SCUOLA DI ARTE CULINARIA
VILLA LA MAGGIORANA

Appartenenza. Ai luoghi e alle radici familiari.
Passione. Per la cucina di qualità, la cura dei dettagli, la raffinatezza nell’esecuzione, l’approccio fuori dagli schemi.
Amore. Per il proprio lavoro. E desiderio di trasmetterlo e condividerlo.
La Scuola di Arte Culinaria La Maggiorana è il focolare sempre acceso che alimenta il nostro lato più creativo, un filo rosso con il passato di famiglia che unisce le generazioni.

La Scuola di Arte Culinaria La Maggiorana è il regno di Erica Maggiora, il capolavoro ereditato dalla mamma Elena Chissotti Maggiora. Un’attività che negli anni ha cambiato pelle, sede, organizzazione, ma con solide fondamenta da salvaguardare e custodire.

Era il 1973 quando Elena chiese al suocero Ermenegildo Maggiora il permesso di utilizzare un laboratorio dismesso situato in piazza CLN a Torino, per trasformarlo in un luogo di nuovo vivo, brulicante di voci femminili, profumato di buono.

Quel laboratorio fu la primissima casa dei corsi di cucina della famiglia Maggiora. Non solo. Fu anche la prima scuola di cucina in tutto il Piemonte. Con la sua visione pionieristica della cucina e dell’insegnamento, Elena, forte della formazione come Cordon Bleu, traccia una strada innovativa, diventando un punto di riferimento nel settore gastronomico. Al suo fianco, Erica inizia a muovere i primi passi su quel sentiero che si rivelerà denso di sfide e di soddisfazioni. Ispirata dalla madre, Erica si diploma anch’essa come Cordon Bleu a soli 19 anni e arricchisce il suo bagaglio facendo esperienze presso le cucine di illustri maestri.

La scuola di cucina di Elena Chissotti Maggiora sospende le lezioni nel 1982. Elena prosegue la sua esperienza lavorativa occupandosi personalmente del ristorante del Golf Club Le Fronde di Avigliana, dando nuova linfa vitale. Le radici di quella pianta sono ormai forti in Erica. E così, nel 1999, la scuola di famiglia rinasce a Rivoli, dapprima in una piccola sede. Un nuovo nome, La Maggiorana – gioco di parole fra il cognome e l’omonima erba utilizzata in cucina – un nuovo indirizzo, un nuovo flusso creativo plasmato sulle competenze di Erica, sulla sua visione innovativa, sulla cifra stilistica gastronomica caratterizzata da un’impronta minimale e armoniosa. Le ricette di Erica attingono dalle tradizioni culinarie francesi, italiane e piemontesi e dalle preparazioni classiche tramandate da mamma Elena.

Una terza Maggiora cresce e sboccia nel campo dell’arte culinaria: è Camilla, secondogenita di Erica. Dopo gli studi di Design d’Interni a Milano, Camilla torna a Rivoli e decide di unirsi ad Erica nella conduzione dei corsi della scuola, scoprendo la stessa passione per l’alta cucina e per l’organizzazione per gli eventi.

Nel 2004, un ultimo importante tassello: viene aperta l’attuale sede della scuola di cucina all’interno della dimora di famiglia a Rivoli, con una partecipata inaugurazione e con un evento artistico e culinario di grandissimo rilievo.
La Scuola di Arte Culinaria La Maggiorana è finalmente a casa, nella nostra casa. La perfetta chiusura di un cerchio tracciato da tre generazioni.

La chiusura di un cerchio che segna un nuovo inizio. Anzi, tanti nuovi inizi.
Dal 2004 ad oggi, le attività legate alla Scuola sono state innumerevoli, fra iniziative interne e collaborazioni con nomi rinomati del panorama food & events.
Esperienze dalle caratteristiche diverse, accomunate dalla firma inconfondibile di Erica Maggiora, la sua innata classe, il suo bagaglio culturale, la sua acclamata forza creativa in cucina.

Ecco alcune delle esperienze più importanti, pietre miliari nella recente storia della Scuola di Arte Culinaria La Maggiorana e di Erica Maggiora dal 2004 in poi:

  • Nel 2004, viene commissionata ad Erica Maggiora la realizzazione di un rinfresco di food design a tema “I cinque elementi” dall’azienda L’Oreal presso la Fiera di Bologna.
  • Dal 2004 al 2007 Erica Maggiora inizia una collaborazione con un gruppo di persone audiolese, organizzando per loro dei corsi di cucina dedicati. Numerose testate giornalistiche cartacee e online hanno pubblicato articoli elogiando l’iniziativa.
  • Nel 2005 Erica Maggiora si è occupata della realizzazione di un rinfresco di food design commissionato dall’azienda Stola presso il Museo dell’Automobile di Torino.
  • Sempre nel 2005 ricordiamo la realizzazione del volume Taste the Texture – Trame di Gusto – presentato alla Fiera del Tessuto di Francoforte, un libro dove i tessuti, realizzati in prodotti naturali quali mais, avena e bambù erano rappresentati come piatti di alta cucina.
  • Nel 2006 Erica Maggiora è stata nominata Ambasciatrice di Torino per le Olimpiadi invernali.
  • Sempre nel 2006 Erica Maggiora, selezionata tra i 1000 cuochi provenienti da tutto il mondo invitati alla manifestazione, ha partecipato al Salone del Gusto e all’iniziativa Terra Madre.
  • Nel 2007 Erica Maggiora mette al servizio il suo estro creativo per dare forma ad un buffet del tutto innovativo per l’azienda Wave, leader nel settore dell’arredamento moderno. Si tratta di un tappeto di due metri per quattro “da gustare”, circa 2000 pezzi fatti a mano che riproducono le fattezze di un tappeto esposto all’inaugurazione della nuova sede milanese dell’azienda.
  • Nel 2008, per l’azienda Lucifero Illuminazione, Erica Maggiora crea un rinfresco creativo luminoso.
    Nel 2010 Erica Maggiora collabora con il Cioccolatiere Guido Gobino, all’interno del suo laboratorio, presentando una sua ricetta per una degustazione.
  • Dal 2010 Erica Maggiora fa parte delle insegnanti della AICI e collabora con loro presso la nuova sede milanese della scuola di cucina Cook&Books della Mondadori.
  • Nel 2012 e nel 2013 Erica Maggiora tiene diverse lezioni di cucina presso Eataly, dove la richiesta delle lezioni era sempre al completo.
  • Nel 2013 inizia a tenere delle lezioni di cioccolato presso La Maggiorana il Cioccolatiere e Torrefattore Guido Castagna di Giaveno.
    Nella primavera del 2014 la rivista Elle a Tavola dedica un articolo molto importante a Erica Maggiora, un servizio realizzato interamente presso La Maggiorana.
  • Nel 2015, in occasione dei diversi eventi organizzati per Milano Expo 2015, Erica Maggiora torna nello showroom di Arclinea in centro a Milano per svolgere delle opere di cibo e passamaneria antica, in collaborazione con l’azienda Antica Fabbrica Passamanerie Vittorio Massia, per l’evento “Milano Città Al Bacio”.
    Nella primavera del 2018 Erica Maggiora partecipa alla Manifestazione Messer Tulipano con uno show cooking dedicato alle erbe aromatiche e fiori eduli in cucina dal titolo: “Fiori eduli: la rosa in cucina”, a cura di Mùses – Accademia Europea delle Essenze per il progetto Alcotra Antea – Disafa Università degli Studi di Torino.
  • A luglio 2018 l’archivio storico del Biscottificio Maggiora viene esposto in mostra nelle suggestive sale del Castello Provana di Collegno. La mostra, durata tre giorni, ha riscosso l’attenzione di una moltitudine di testate giornalistiche – La Repubblica, La Stampa, Luna Nuova – e l’affetto di diversi ex dipendenti che ne hanno portato testimonianza con racconti del loro vissuto.
  • Nel corso del 2019 Erica Maggiora organizza diversi team building con aziende quali
    CNH Industrial, Fiat, Banca Fideuram, Olsa Spa, Cornaglia Spa.
    Erica Maggiora collabora dagli inizi del 2020 con l’azienda produttrice di olio Guido1860 per la realizzazione della rubrica “Le insalate gourmet di Erica Maggiora”.
  • Nell’autunno-inverno 2021, dopo lo stop dato dalla pandemia, riprendono le lezioni di cucina all’interno della Villa e, nel frattempo, viene alla luce un prodotto legato alla tradizione della famiglia Maggiora: il panettone E.Maggiora, rinato dopo più di 40 anni in veste nuova con una ricetta messa a punto da Erica Maggiora. Il panettone riscuote un immediato successo di pubblico, riportando in vita il brand storico di famiglia.